Home | +39 333 468 0203 | info@aemmestudio.net | Contatti

IN COSA CONSISTE ?

La termografia è una tecnica diagnostica non distruttiva che, sfruttando il principio fisico secondo cui qualunque corpo ad una temperatura maggiore allo zero assoluto (-273°C) emette energia sotto forma di radiazione infrarossa, permette di definire il profilo termico di un materiale, di un componente elettrico, meccanico o di qualunque elemento oggetto di osservazione.

Le indagini termografiche vengono effettuate con l’utilizzo di uno specifico strumento chiamato “termocamera”.

5

QUALI SONO I VANTAGGI ?

  1. I controlli sono di tipo non distruttivo e non invasivo, per cui non vi è contatto né alterazione del corpo oggetto di indagine.
  2. I controlli vengono eseguiti durante le condizioni di normale utilizzo, per cui non è necessaria la disattivazione di macchinari.
  3. La tecnica permette di definire, localizzare con precisione e predire eventuali anomalie.
  4. I tempi di analisi sono molto più rapidi rispetto a tipologie di controlli tradizionali.

In sintesi …

Si analizza il problema limitando al minimo l’intervento, senza rompere nulla, ma non basta avere lo strumento adeguato …bisogna saper interpretare l’immagine termografica!!!

POSSIBILI APPLICAZIONI

La termografia trova una quantità molto ampia di applicazioni in diversi campi, ma molto spesso il possibile utente, si tratti di un privato cittadino, di un tecnico o di un’azienda, non è a conoscenza della presenza di questa tecnologia per affrontare un particolare problema a cui debba far fronte.

A titolo esemplificativo, si riportano nel seguito alcune delle possibili applicazioni pratiche.

1. EDILIZIA E IMPIANTISTICA CIVILE

L’identificazione dei problemi o difetti costruttivi oggi è possibile senza danneggiamenti delle murature o dei componenti in esame.

  • individuazione delle aree con cattivo isolamento termico
  • individuazione di ponti termici e perdite energetiche
  • analisi fenomeni fessurativi e trama della struttura
  • Ricerca di umidità, condensa e muffe
  • Distacco di intonaco o piastrelle
  • Infiltrazioni dalla copertura
  • Tracciatura impianto idrotermosanitario
  • Occlusione elementi di termosifoni
  • Ricerca perdite in condutture acqua e riscaldamento
  • Degrado strutture antiche ed efficacia del restauro
  • Presenza di elementi lignei e ferrosi inseriti nelle murature
  • Presenza di vecchie aperture chiuse in una facciata
t1
t2

2. INDUSTRIA (SETTORI ELETTRICO-MECCANICO-COIBENTAZIONI)

In campo industriale l’impiego della termografia può avere enormi ricadute positive, praticamente in tutti i settori: è sufficiente la presenza di impianti nei quali scorrano fluidi caldi e freddi e si instaurino dei gradienti termici. Questa tecnica non invasiva per la localizzazione dei problemi può favorire l’aumento di efficienza e migliorare lo stato di conservazione degli impianti oltre che prevenire il rischio incendio.

  • Surriscaldamento cavi, connettori e interruttori
  • Carico elettrico sbilanciato
  • Allentamento serraggio dei quadri elettrici
  • Funzionamento ventole di raffreddamento
  • Verifica trasformatori e presenza di contatti
  • Surriscaldamento albero di motori
  • Verifica efficienza coibentazione refrattari di forni
  • Verifica isolamento condutture
t3
t4

3. FOTOVOLTAICO

  • Individuazione moduli non funzionanti
  • Problemi ai fusibili, box diodi, trasformatori
t5

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi