Home | +39 333 468 0203 | info@aemmestudio.net | Contatti
 

Al fianco di architetti, geometri, ingegneri,
al servizio di aziende e privati

AM Engineering affianca architetti, geometri e ingegneri nella progettazione energetica degli edifici e può fornire consulenza nella redazione di pratiche, quali l’Attestato di Prestazione Energetica.

ex_legge

Progettazione:

Relazione tecnica Ex Legge 10/91

La relazione tecnica nota come Legge 10 consiste nella progettazione dell’involucro edilizio e dell’impianto termico di un edificio secondo criteri di risparmio energetico.
Come disciplinato dal D.Lgs 192/2005, a livello nazionale la Legge 10 è obbligatoria nei casi di:

  • edifici di nuova costruzione
  • ampliamenti con volume > 20% dell’edificio esistente
  • ristrutturazioni integrali degli elementi di involucro, demolizione e ricostruzioni in m.s. di edifici esistenti  con superficie > 1000 mq
  • ristrutturazioni totali o parziali e m.s. dell’involucro per tutti i casi diversi dai due precedenti
  • nuova installazione di impianti termici in edifici esistenti o ristrutturazione degli stessi impianti
  • sostituzione di generatori di calore

Le regioni che hanno legiferato in maniera autonoma, come la Lombardia, prevedono casistiche leggermente diverse tra loro e rispetto alla legislazione nazionale.

certificazione energetica

Diagnosi energetica

La diagnosi energetica rappresenta quella procedura finalizzata ad individuare i principali difetti costruttivi e impiantistici di un immobile, la cui conseguenza sono consumi energetici elevatissimi e un livello di comfort molto basso.
L’attività consiste in:

  • raccolta dati relativi all’edificio con un sopralluogo in situ;
  • se richiesto, indagine strumentale mediante termocamera, dispositivo che consente di individuare le zone di maggiore dispersioni termiche;
  • analisi termica dell’edificio con individuazione degli interventi di riduzione della spesa energetica e il tempo di ritorno degli investimenti.

A differenza della certificazione energetica, che considera un utilizzo standard dell’edificio, questa analisi tiene conto della reale gestione di edificio e impianto e quindi dei consumi reali, a partire dalle bollette di gas e luce.
Attualmente la diagnosi energetica è obbligatoria solo nei casi di installazione di caldaie con potenze > 100 kW, ma può essere un valido strumento di supporto per ottimizzare l’investimento nei casi di riqualificazione energetica di un edificio.

image002
diagnosi

Certificazione energetica

L’ Attestato di Certificazione Energetica (ACE), divenuto Attestato di Prestazione Energetica (APE) con la Legge 90 del 03 agosto 2013, nasce come uno strumento di trasparenza immobiliare, in grado di far conoscere al futuro acquirente di un immobile l’attitudine dello stesso a disperdere dal punto di vista energetico.
Si tratta di una procedura che, attraverso una metodologia standardizzata (definita a livello regionale o nazionale) classifica un edificio all’interno di una scala graduata sulla base delle sue caratteristiche energetiche.

Sussiste l’obbligo di APE nei seguenti casi:

  • trasferimenti a titolo oneroso (es. rogito, permuta)
  • donazione: trasferimenti a titolo gratuito (usufrutto)
  • locazione di edifici o singole unità immobiliari.
  • annunci di vendita o affitto di unità immobiliari (per determinare l’indice di prestazione energetica).
  • edifici di nuova costruzione al termine dei lavori.
  • ristrutturazione importante quando i lavori insistono su oltre il 25% della superficie dell’involucro (pareti e tetti) dell’intero edificio.
  • edifici pubblici ed aperti al pubblico.
  • contratti nuovi o rinnovati per gestione degli impianti termici o di climatizzazione di edifici pubblici.

Dal punto di vista operativo si procederà nel seguente modo:

  • raccolta dati relativi all’edificio con sopralluogo in situ
  • elaborazione attestato con specifico software di calcolo
  • deposito attestato presso catasto regionale o autorità competenti
enea

Detrazioni fiscali al 65%

Per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione energetica su edifici, parti comuni di edifici condominiali o che interessino tutte le unità di un condominio, si ricorda che il governo ha prorogato la possibilità di ottenere sgravi fiscali sull’imposta IRPEF pari al 65% per spese sostenute fino al 31 dicembre 2016.

Gli interventi incentivati sono:

  • sostituzione infissi
  • installazione caldaia a condensazione
  • installazione caldaia a biomassa
  • installazione di pannelli solari
  • installazione pompa di calore
  • coibentazione pareti e coperture
  • riqualificazione globale

L’ottenimento delle detrazioni fiscali è subordinato alla compilazione di specifici documenti, come previsto dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA).
Tutti i dettagli sono riportati al link: http://www.acs.enea.it

  • 1. Pratiche
    edilizie

  • 3. Ristrutturazioni
    edilizie

  • 4. Riqualificazioni
    energetiche

  • 2. Detrazioni
    fiscali

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi